It's better to stay classic: #1, il triangolo amoroso

20.09.2017

Benvenuti mie cari signori a questa nuova e pazza rubrica letteraria in cui, attraverso artefici letterari come personaggi, colpi di scena e scelte narrative, vi collego romanzi di epoche completamente diverse!

Non avete capito? (Del tutto neanch'io), allora iniziamo con un esempio.

IL TRIANGOLO ADESSO:

Ammettetelo anche voi, almeno una volta nella vita, avete sognato di fare parte di un triangolo amoroso: non c'è niente di più romantico che due persone che combattono per te e per il tuo amore.

In questi casi c'è chi come Bella Swan in "Twillight" si sente in colpa di scatenare questa terribile situazione per la sua indecisione...

... e poi c'è Katniss Everdeen che "Peeta e Gale toglietevi che sto cercando di evitare di morire!".

Ed infine c'è la più fortunata di tutte (almeno secondo me): Tessa Gray, che in un qualche modo finisce con entrambi i ragazzi del suo triangolo amoroso...

(Da grande voglio fare la Tessa Gray).

Naturalmente finora vi ho parlato unicamente del genere fantasy-fantascientifico, ma se vi dicessi che il triangolo amoroso era impiegato nella letteratura molto prima di quanto pensassimo?

Un esempio è proprio il libro che è tanto caro a Tessa: "Le due città" di Charles Dickens, in cui la povera Lucy Manette deve scegliere tra Sidney Carlton (il mio bambino) e Charles Darnay.

Oppure proprio tra Gatsby-Daisy-Thomas, scorre un torrido e alquanto chiaro triangolo amoroso...

"GOETHE DID IT BEFORE IT WAS COOL"

Be' però il libro che quest'oggi vi voglio consigliare non è nessuno dei due, ma "I dolori del giovane Werther" di Goethe.

Il triangolo amoroso si svolge tra Werther, il protagonista, appunto: un giovane che scappa in campagna, incontrando la virtuosa e stupenda Lotte, suo interesse amoroso, sfortunatamente già promessa in sposa ad Albert un funzionario, assente al momento.

Con il passare del tempo la passione di Werther verso Lotte, che non può contraccambiare il suo amore per il legame coniugale che la legherà ad Albert, sembra crescere fino a obbligarlo di nuovo alla fuga in città, dove non riuscirà a integrarsi bene con l'altezzosa società aristocratica, finendo per ritornare in campagna, da una Lotte sposata e legata indissolubilmente a Albert.

<<Devo partire! Ella è di nuovo in città, da un'amica. E Albert ... e ... devo partire!>>

PERCHE' LEGGERLO:

Naturalmente se avete cliccato su questo articolo siete dei fan del triangolo amoroso (ammettetelo non è una brutta cosa!), perciò questo libro risulterà particolarmente indicato per voi per questa caratteristica, ma potrebbe anche interessarvi sapere che:

  1. Il libro appartiene alla corrente tedesca e pre-Romantica dello "Sturm und Drag"
  2. Il nostro caro Ugo Foscolo ne ha fatto una spudorata copia nelle sue "Le ultime lettere di Jacopo Ortis", con un significato però ben diverso da quello che Goethe voleva dare.
  3. E' un romanzo epistolare!

A me il libro è piaciuto molto perché mi sono spesso rivista nel nostro povero e sfortunato Werther, all'eterna ricerca di un posto pacifico in cui leggere e dedicarsi alla sua arte!

Detto ciò, termina qui il mio focus sul giovane Werther e sul triangolo amoroso!

(Piccola disclaimer: non ho ancora iniziato lettere, perciò il mio non è un consiglio da esperta, ma da un'appassionata a tanti appassionati di libri, e fatemi sapere se questa rubrica funziona o meno!).

Quale è il vostro triangolo amoroso preferito? 

Di cosa dovrebbe trattare il prossimo articolo della rubrica?

Alla prossima!

Eroine.