THE ULTIMATE BOOK-TAG

27.09.2017

So benissimo che su instagram vi avevo detto che oggi non avrei pubblicato niente, ma per un imprevisto sono a casa invece che all'università, a cui andrò domani (sperando di non avere perso niente di importante).

Ma per dirla in modo molto carino: la Nesta Archeron che è in me si è messa in moto (Se la avete capita fatemelo sapere nei commenti!).

Perciò ho deciso di anticipare questo articolo!

Volevo inoltre ringraziavi per i numeri astronomici che mi avete fatto raggiungere, ultimamente e che continuate a farmi raggiungere! Sappiate che, anche se non lo dimostro, vi voglio tantissimo bene!

Ma ora passiamo al Tag, per cui devo ringraziare "cami_e_i_suoi_libri" (cercatala su instagram e seguitela! Fa delle foto magnifiche!).

QUALE GENERE DI SCRITTURA E' UNICO E PERCHE'?

Be' in questo caso vi devo, per prima cosa, citare un libro che ho finito da poco tempo e che ho letteralmente divorato "Il bacio più breve della storia" di Mathias Malzieu, e, come se non avessi già parlato abbastanza di questo libro, devo ammettere che lo scrittore adopera metafore decisamente innovative, per non definirle strane, ma estremamente efficaci, per spiegarci i suoi sentimenti, con una semplicità che rende questo stile decisamente unico.

Piccoli spazietti anche per Rainbow Rowell e Sarah J. Maas: la prima perché crea storie decisamente originali e ribalta completamente tutti i cliché amorosi. 

Vi lascio qui sotto le mie recensioni dei libri di questa autrice, se volete approfondire il suo stile!


La seconda perché, insomma: voi avete capito come si fanno a prevedere i suoi "plot-twist"? Se sì, ditemelo per favore! Il mio povero cuoricino vi sarà eternamente riconoscente!

HP o Twillight?

Iniziamo con il dire che non posso propriamente giudicare "Twillight" perché non ho finito la saga (mi spiace, sono una persona terribile).

Non lo ho finita perché secondo me stava solo peggiorando: ho adorato il primo libro, il secondo era ok, ma il terzo... insopportabile, perciò ho deciso di non leggere il quarto e ultimo libro (anche perché la pudica tredicenne, aveva paura di che cosa avrebbe potuto leggere...).

Al contrario di Harry Potter, che è stata fonte di progressivo miglioramento, instaurando in me il bisogno di terminare la mia prima saga fantasy, che mi ha aiutata a comprendere e accettare tantissimi tratti di me stessa!

Perciò mi spiace per la Meyer, che non penso sia una cattiva scrittrice visto che ha creato quel capolavoro di "L'Ospite", ma sarò per sempre team "Rowling"!

Sai che ho incontrato l'illustratrice della prima edizione di "Harry Potter"? E ho anche scritto un piccolo articolo su questo incontro che puoi trovare qui sotto!

ANNUSI I LIBRI?

Ogni tanto sì, soprattutto quando sono appena stampati!

L'odore che in realtà adoro, è quello dell'inchiostro della pena sparso sui fogli!

Sì, ho un problema...

LIBRO CON O SENZA ILLUSTRAZIONI:

Unpopolar Opinion lo so, ma a me le immagini piacciono fino a un certo punto, cioé fino a quando non rallentano la mia lettura, perché in quel caso spesso non riesco a godermi le immagini...

E' un mio difetto lo so, ma per quanto ami le graphic novel, i libri con le immagini spesso non mi convincono fino in fondo!

USI UNA BORSA PER I LIBRI QUANDO VIAGGI?

Ehm, sono una di quelle persone che infila sempre i libri nella propria borsa (ho dovuto comprare uno zaino nuovo dopo che l'altro mi si è rotto per potere portare ovunque con me i libri! E ultimamente l'app del kindle sull'ipad mi aiuta tanto!).

Insomma vuoi sul serio perderti un solo momento del viaggio a non leggere?!

(Ok, ho trovato cosa voglio per il mio Compleanno!).

UNA STORIA DIVERTENTE SU DI TE E I LIBRI?

Ce ne sono tante, alcune ve le lascio in giro per i miei articoli e se volete dare un'occhiata al mio reparto "chi sono" potrete trovare anche "25 Bookish Facts On Me" (fatelo! Ci sono cose molto divertenti...).

Ma vi ho mai detto di quell'anno in cui mi sono portata dietro "Città delle Anime Perdute" come un portafortuna perché a quanto sembrava averlo dietro mi alzava la media dei voti...

(Sono un'idiota, lo so! ... ma funzionava...)..

Ma ancora più divertente è il fatto che al mio orale dell'esame di maturità, dopo un'intera tesina sui libri, il presidente di commissione mi ha chiesto che cosa avrei fatto se al mio ragazzo non fosse piaciuto leggere.

Le mie reazioni sono state le seguenti:

"A) Devo trovarlo un ragazzo, per sapere se gli piace leggere o meno..."

B) A Will Herondale so per certo che gli piace leggere

C) Cassian ha altre doti.."

Ma la mia risposta è stata questa:

"Non penso sarebbe un problema fondamentale, ma credo che cercherei di farlo iniziare a leggere" (Perché ho bisogno di qualcuno che faccia il "Lorcan" alla mia "Elide"...).

Spero sempre di strapparvi una risata con le mie cavolate!

IL LIBRO PIU' CORTO DELLA TUA LIBRERIA?

"Ehrengard" di Karen Blixen!

Una storia che avevo scoperto grazie al giornalino scolastico e che ho letto, innamorandomi lentamente della seduzione guerriera e artistica del romanzo!

Se volete leggere un intero libro sulla ricerca di far arrossire una vergine guerriera da parte di un pittore donnaiolo, coprendo una disgraziata gravidanza inaspettate, questo è il libro che fa per voi!

IL LIBRO PIU' GROSSO DELLA TUA LIBRERIA?

Oltre al mio dizionario di greco?

Penso proprio la trilogia completa di "Il Signore degli Anelli", che, tra parentesi, devo ancora leggere (Non odiatemi!).

QUANDO SEI ENTRATA NEL MONDO DEI LIBRI?

Iniziamo con il dire che io sono stata abituata fin da piccola a ricevere "una storia della buonanotte" ogni sera, e perciò penso proprio che questa pratica mi abbia concesso di innamorarmi del mondo dei libri.

Inoltre vi dico che la lettura di favole o libri da parte dei genitori è importantissima perché permette ai bambini di ottenere facoltà linguistiche e grammaticali, molto più velocemente della norma (Tutto questo faceva parte della mia tesina, fatemi sapere se volete maggiori informazioni!).

IL TUO CLASSICO PREFERITO?

"Frankenstein" di Mary Shelley!

Oltre al fatto che è uno di quei libri che mi ha convinto a continuare a leggere libri e mi ha aiutato a riscoprire la bellezza dei classici, ho una vaga simpatia per la "Creatura", e durante le superiori proprio per questo motivo ho approfondito un discorso sull'unione che c'è tra bellezza e morale (un argomento che mi è piaciuto particolarmente).

Per questi motivi sono molto legata al capolavoro di Mary Shelley, che già amo tanto per essere stata una scrittrice, in un mondo di scrittori!

(Piccolo "Trivia" su questo libro: ce lo ho sia in lingua italiana che in lingua inglese, per il semplice motivo che a una festa scolastica ho scelto di leggerlo davanti a tanti miei compagni, sfidando una delle mie tante paure: leggere ad alta voce davanti a tutti!).

TI DEFINIRESTI UN NERD?

Direi proprio di sì, anche se il modo migliore per classificarmi sarebbe "Fangirl"! (pericolosa e sclerata, inoltre!).

Cioè ho fatto un corso che si chiamava "It's okay to be a nerd!".

QUALE LIBRO HAI AMATO ALL'INIZIO E SI E' PERSO VERSO LA FINE?

"Il dominio dello scorpione" di Erin Bow.

Iniziando dal fatto che la trama era fantastica e l'inizio veramente interessante, secondo me la fine è un unico grandissimo disastro, in cui i personaggi appaiono estremamente OOC e le azioni non sono ben chiare...

Voi lo avete letto che ne avete pensato?

NEL TUO FUTURO TI IMMAGINI SCRITTORE?

E' praticamente l'unica sicurezza che mi accompagna dall'infanzia, perciò sì, nel mio futuro mi vedo come scrittrice!

... devo solo finire il mio libro!

VAMPIRI O FATE?

Questa è cattiva!

Perché è come chiedermi se preferisco Sarah J. Maas e i suoi universi pieni di Fae, oppure J. R. Ward e i suoi vampiri estremamente attraenti!

Non è giusto!

Però siccome ultimamente ho letto un libro sui vampiri e perciò mi è tornata la nostalgia della "Confraternita" e i Fae della Maas e io non andremmo caratterialmente d'accordo (cioè le avete viste le conversazione mie con Lorcan e Rowan?! No, allora cliccate nel link di sotto potrete riguardare i miei scleri!)...


... non che con i vampiri della Ward andrei più d'accordo, ma probabilmente eviterei sguardi truci e allenamenti distruttivi (perché col cavolo Rowan che mi fai uscire dal letto alle sei di mattina!).

TRIANGOLO AMOROSO O AMORE PROIBITO?

Solitamente la presenza di questi due elementi nei libri mi da sempre sui nervi, perché sono artifici narrativi stra-usati e spesso non descritti nel miglior modo possibile.

Ma devo ammettere di preferire il "triangolo amoroso", perché mentre molto spesso "l'amore proibito" ha poche derivazioni e forme, il triangolo amoroso può essere manipolato con maestria e creare dei capolavori (*cough* "Shadowhunter: le origini" *cough*).

Il Tag, fortunatamente, finisce qui! 

(Ogni volta che faccio un Tag, perdo un po' di dignità, ma vabbe'...)

Ed ecco la domanda del giorno: se poteste essere un qualsiasi essere magico (vampiri, streghe, fate, elfi, lupi mannari...), che cosa vorreste essere?

Io probabilmente un misto tra un vampiro e una strega (Una Becconero se fosse possibile!).

Fatemi sapere le vostre risposte nei commenti o sui social!

Alla prossima!

Eroine.