"Ci pensa il cielo" di Liliana Onori

03.07.2018

LIBROSI EDIZIONI

0,99 EURO 

TRAMA:

Hope è la degna figlia di sua madre: forte e ribelle, coglie al volo l'opportunità di unirsi al movimento delle femministe e incontrare il poliziotto Jude, incaricato di reprimere le proteste di quelle donne che vogliono qualcosa di più.

Ma un ritorno improvviso e il destino faranno scontrare e rincontrare i due, riscoprendo una storia antica e dolorosa, che ha coinvolto i personaggi del libro precedente!

<<Non voleva rovinare tutto con dubbi ed ovvie obiezioni>>

RECENSIONE (4\5):

Secondo volume di questa duologia storica della Onori, devo ammettere che mi ha convinto meno del primo, principalmente perché io a Jude uno schiaffone glielo avevo già tirato, ma... devo rimanere seria... perciò...

Ho amato come sempre l'accurato quadro storico, più approfondito in questa attenta ricostruzione, soprattutto mi è piaciuto il fatto che si parlasse dell'Irlanda, su cui sono personalmente poco informata e perciò mi è piaciuto potere colmare questa lacuna, soprattutto con un piccolo dettaglio alla fine del libro, che ho potuto confrontare con la situazione attuale.

Iniziando dall'epilogo (perché sono una bookblogger seria e normale...) lo ho amato alla follia e mi ha convinto a scegliere il voto che ho dato a questo libro (sì, i finali sono tutto per me, sono una persona molto superificiale).

L'unica critica che posso veramente muovere a questo libro sono sempre alcune affermazioni dei personaggi, che nonostante ho trovato perfette per il contesto storico in cui venivano inserite e per il lavoro di determinati personaggi, non ho apprezzato, soprattutto il fatto che Jude abbia molto spesso posto Hope davanti alla scelta tra lui e il suo lavoro; sinceramente mi è piaciuto molto meno di Julian, che aveva il suo fascino da Heathcliff, mentre a Jude la mia personale femminista avrebbe tirato un bello schiaffo ogni tanto... (e sarei finita in prigione, ma... #worthit).

Mi è piaciuto molto come le storie erano perfettamente collegate, in un modo sottointeso eppure perfettamente chiaro al lettore; ho amato la scelta "sbagliata " di Penny e l'incontro tra Hope e Julian.

Ho inoltre amato una determinata relazione tra due personaggi secondari, che mi ha distrutta nel profondo, ma ne ho vista germogliare un'altra, che mi ha data tanta speranza.

Mi ha piaicuta la trattazione del movimento delle suffragette e la ho trovata perfettamente accurata e c'erano molti punti che ho ritrovato nella mia conoscenza riguardo questo Movimento!

Vi consiglio veramente tanto questo libro, perché se avevo paragonato il primo a una specie di "Cime Tempestose", questo è un misto storico di "Le Pagine della Nostra Vita" e "Io Prima di Te" su uno sfondo storico che non potete non conoscere e dopo la lettura vorrete assolutamente approfondire!

E per il resto, be'... "Ci Pensa il Cielo"!

Alla prossima!

Eroine Penzel.