"Il Bacio Più Breve Della Storia" di Mathias Malzieu (#Sanvalentino: primo capitolo)

06.02.2018

FELTRINELLI:

10,20 EURO (copertina flessibile)

PREMESSA:

Salve a tutti!

Sono ritornata di nuovo con le mie stupenderrime rubriche a tema per le mie ancora maggiormente stupenderrime recensioni! 

(Eroine ti prega smettila non ci credere nessuno...).

Ho deciso siccome questo è il mese dell' AMMORREE (so che non si scrive così, ma così è più divertente credetemi!) di incentrare queste quattro recensioni sul tema dell'amore (anche se giuro solennemente che cercherò di evitare di cadere nel banale, proponendovi sia tematiche estremamente nuove sia autori e case editrici emergenti!).

Perciò se siete alla ricerca di letture a tema San Valentino vi consiglio di dare un'occhiata a ciò che segue!

TRAMA:

Avete presente quando vorreste letteralmente scomparire per l'imbarazzo?

Be' la protagonista femminile di questo libro ha preso questo modo di dire alla lettera decidendo di scomparire dopo forse uno dei migliori baci che il nostro caro protagonista abbia mai ricevuto e che perciò lo obbligherà a iniziare una ricerca disperata e matta per quelle labbra che può solo sfiorare prima di vedere scomparire.

E allora tra pappagalli pervertiti, detective che sono addirittura più scadenti di quelli delle numerose fiction televisive e asma in re minore, inizia un'avventura alla ricerca della sconosciuta fantasma!

<<Capita di scendere talmente sottoterra che perfino l'idea della felicità spaventa. Gli occhi del cuore si abituano all'oscurità e anche la luce più tenue si fa accecante>> 

RECENSIONE (5\5):

Ho comprato questo libro perché ho sentito tantissimi parlare bene del romanzo "La Meccanica Del Cuore" sempre dello stesso autore e perciò volevo in qualche modo formarmi un'opinione su questo stupendo ed eclettico scrittore (se non lo sapeste è il cantante di una band e io lo AMO!).

Perciò quando ho trovato in offerta questo libro ho deciso di appropriarmene immediatamente e, nonostante fossi inizialmente scettica, riguardo questa lettura, sono finita per innamorarmene e tutt'ora credo che questo libro mi abbia dato una perfetta descrizione della fenomenologia amorosa.

Vi giuro che la trama presente sulla quarta di copertina non fa giustizia a ciò di cui questo libro parla perché è molto più di una blanda ricerca di un amore creduto perduto: è un'immersione nei meandri del proprio cuore con metafore, che secondo me sono gradevoli sia per l'aspetto esteriore sia per i significati che assumono all'interno del testo.

Mi sono innamorata del protagonista di questo libro in cui, sognatrice e disperata come sono, mi sono rivista in tantissimo e forse proprio per questo ho apprezzato questo libro e sono riusicta a comprendere la sua "epopea".

Ho amato però ancora di più la protagonista femminile e il messaggio che da alla fine, dotata di una timidezza e una naturalezza che diciamola tutti possiamo rivedere in tutti noi quando siamo innamorati. 
E la decisione di non scomparire più, di non sfuggire allo sguardo dell'amato, nonostante ciò comporti una nostra ammissione e una nostra rivelazione è l'unica cosa che in fondo in fondo ci permette di sperare ancora.

Ho sentito che a molti non è piaciuto o non sono riusciti ad apprezzarlo, io vi consiglio sinceramente di leggerlo con attenzione e con la mente aperta e un po' di fantasia nelle tasche.

E lasciatevi influenzare dall'aria di San Valentino, soprattutto!

Mi consigliate nei commenti un libro romantico?

Alla prossima!

Eroine Penzel.