"Loki: Il giovane dio dell'inganno" di MacKenzi Lee

20.03.2020

OSCAR VAULT

17, 00 EUROS (Copertina Rigida)

TRAMA:

Loki, si quel bel fusto interpretato da Tom Hiddleston, è il protagonista di questo romanzo, ma credetemi... lo vedrete in una veste che nemmeno la Marvel ha interpretato.

Alla ricerca di un modo per ritornare a Asgard, dopo essere stato spedito su Midgard, dovrà occuparsi di trovare una soluzione alle misteriose morti che si stanno diffondendo per Londra...

<<D'accordo>> (...) <<Facciamo i cattivi>>

RECENSIONE (3/5):

Ammetto che questo libro ha veramente tanti punti di forza, e che il voto è principalmente dovuto a due fattori: il primo è assolutamente il mio gusto personale, che nonostante i bellissimi temi e lo stupendo protagonista, è di un genere, il middle grade, che non solo non apprezzo particolarmente (perché mi sento abbastanza 'cresciutella' per questo genere), ma anche che secondo me non aveva senso per questo tipo di narrazione.

Infatti, la scansione del middle grade impatta tantissimo sulla trama e le relazioni tra i personaggi entrambi troppo affrettati, in una costruzione che non mi ha convinto fino in fondo.

Però mi ha molto divertito, non solo per gli attenti riferimenti alla Marvel, ma anche per quelli alla mitologia nordica, in un mix che non mi aspettavo, credendo che si sarebbe trattato o di una brutta copia della Marvel o qualcosa di completamente diverso.

La MacKenzi invece si mantiene assolutamente sullo stile, più legato al fumetto, della Marvel, ma crea qualcosa di completamente nuovo e dannatamente interessante, mescolando il passato della mitologia nordica, con il presente della Marvel e con la sua nuova e futura creazione di Loki.

Ho adorato Loki, ma non solo, infatti penso che il nostro beneamato dio dell'inganno sia stato supportato da uno stupendo cast di personaggi (ma non diteglielo che sennò dormo sotto un ponte da ora in poi) come Theo, di cui avrei voluto vedere di più, assieme a Gem (che avrà detto si o no due parole, ma io gli voglio già bene) e la fantastica Mrs. Sharp.

Penso che onestamente abbiamo più bisogno di persone come lei.

(E non lo dico perché condividiamo una discreta passione per l'archeologia).

La ho trovata un personaggio veramente interessante.

Onestamente spero che MacKenzi approfondisca questo intero mondo, perché ha lanciato in questo libro spunti molto importanti, che sarebbe interessante vedere sviluppati meglio, soprattutto per la naturalezza con cui la scrittrice tratta di temi come la diversità per un'audience più piccola, una cosa che secondo me dovrebbe essere più diffusa.

Perciò buone idee e inizio, ma la realizzazione... un po' meh.

Spero che si riprenda magari con dei seguiti che non vedo l'ora di leggere!


Che ne pensate di questo libro?

Lo avete già letto?

Siete Interessato a farlo?

La vostra versione preferita di Loki?


Alla prossima!

Eroine Penzel.

© 2017 Antonio Giannelli. Tutti i diritti riservati.
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!