"Eleanor & Park" di Rainbow Rowell

17.08.2017

PICKWICK

9,90 EURO

TRAMA:

Essere nuovi in città è un bel problema, e Eleanor lo sa fin troppo bene: insulti per i suoi fluenti capelli rosso fuoco e per il suo stile decisamente anticonformista, per non parlare dell'assoluta esclusione a cui tutti i reietti vengono sottoposti.

A "salvarla" però ci pensa Park offrendole un posto al suo fianco sul bus, in modo decisamente poco cortese, ma dando inizio così a una delle più belle relazioni descritti dalla Rowell.

Un amore che matura lentamente, aiutato da prestiti di fumetti e pile, sull sfondo degli anni '80.

<<Non erano sentimenti da segnalibro quelli che provava per lei>>

RECENSIONE (5\5 + Il mio povero cuoricino spezzato):

Ci credo che questa a storia ha praticamente consacrato la Rowell come scrittrice di romanzi romantici!

Una trama basata su un'idea estremamente semplice e con tratti decisamente banali (la ragazza nuova che viene immediatamente presa in giro, e salvata da un baldo cavaliere), ma come al solito ha rigirato tutti i cliché del genere, creando una storia d'amore talmente originale da sorprendere anche chi ha ormai perso la fiducia nell'amore.

Nonostante la storia sia appunto originale, non sembra per niente appartenere a un'altra epoca o a un'altra dimensione come invece fanno molti romanzi young-adult rosa, anzi tutta la storia appare estremamente realistica, per dei piccoli accorgimenti che la Rowell ci lascia nella sua narrazione.

Una storia d'amore lenta, ma così dolce e ingenua che tutto sembra così naturale mentre si legge di come Eleanor e Park si siano innamorati tra pile e fumetti degli X-Men.

Ma non è una storia estremamente zuccherosa: ha anche i suoi punti negativi, (non nel senso di difetti) i litigi e le orribili minacce che Eleanor si ritrova sui suoi quaderni; e qui abbiamo un'altra straordinaria idea della Rowell, inserire un problema che deve farci reagire, perché se voi non vi siete arrabbiati per la terribile vita che Eleanor deve sopportare, non avete sentimenti.

Se siete stanchi del quaterback che si innamora della "sfigata" dopo che le hanno tolto gli occhiali, leggete questo libro e scoprirete quanto possa essere romantico un sedile di un autobus!

IT'S SCLERO-TIME:

(Questo è un piccolo spazio che mi prendo per spiegare in modo meno professionale cosa mi ha colpito del libro, in modo più approfondito, perciò WARNING SPOILERS AHEAD!).

Iniziamo con il dire che l'unica cosa in cui la Rowell mi ha delusa è stata la fine di questo libro, che per me è positiva.

Perché nella cartolina lei gli ha scritto "Caro Park" e rinizieranno a parlare, perché Eleanor non mi puoi mollare Park (questi sono i break-up che mi hanno colpito più della Brangelina!).

Il libro mi ha colpito dall'inizio con questa straordinaria relazione e con Park, che è il mio ragazzo ideale: amante dle rock, si mette la matita meglio di me, occhi verdi e una straordinaria dolcezza e gentilezza genuina e ingenua.

E' stato stupendo vederlo scambiare i fumetti con Eleanor solo per avere qualcuno con cui condividere le sua passioni con una generosità tarsparente che non voleva niente in cambio. Allo stesso tempo però è un ragazzo con caratteristiche chiare, che lo rendono reale e questa è una cosa che adoro.

Eleanor è stupenda: è una patatina dolce, con troppi problemi che non avrebbe mai dovut avere e anche lei è estremamente reale, caratterizzata da tantissime insicurezza che nessuna ragazza ammetterebbe mai apertamente, ma che tutte abbiamo.

Eleanor non meritava tutto questo!

E io non meritavo tutto qusto trauma emotivo!

Ma sono felice di averlo affrontato, perché ho finalmente riscoperto quanto possa essere bello innamorarsi di qualcuno.

Se avete perso la fiducia in Cupido, leggetel questo libro!

Lo sclero finisce qui!

Alla prossima!

Eroine.