5 Things I Don't Find Romantic In Books:

16.05.2018


Scena bellissima:

"Il sondaggio su instagram dice che sta vincendo la categoria '5 things I find romantic' (vi pensavo dei gran romanticoni, invece, come me, siete proprio contro Cupido!), preparo quella classifica*

*Si risveglia, controlla il sondaggio*

CHE COSA VUOL DIRE CHE HA VINTO L'ALTRA CATEGORIA?!

(Eroine non ce la può fare comprendetemi).

Ma una promessa è una promessa ed eccomi qui a farvi anche questa classifica (la mia preferita!), perché come non mi stancherò mai di ripetervi la definizione di romanticismo sta cambiando e io accetto assolutamente questo cambiamento, ma trovo anche che c'è una profonda confusione riguardo che cosa è veramente "romantico" e cosa non lo è.

Perciò se avrete la pazienza di leggere questo articolo prometto che non vi deluderà, e vi svelerò le cinque cose che non trovo per niente romantiche, nei libri!

1) DUB-CON:

Se bazzicate i siti di fan-fiction sapete che è questo il termine che viene utilizzato quando non si comprende bene se c'è consenso tra i due protagonisti in un rapporto sessuale, principalmente perché ci sono fattori che entrano in gioco destabilizzando il normale equilibrio.

Con questo termine io voglio invece indicarvi tutti quei gesti che in una coppia solo al limite del consenso ma anche della moralità; un esempio che viene da ACOTAR, è il morso che Tamlin da a Feyre durante la notte di Calanmai (se non avete letto ACOTAR, oltre a correre a faro, sappiate che Calanmai è una festa della Corte della Primavera ed è molto basata su un'energia che dovrebbe rendere fertile la terra, il modo in cui ciò avviene non ve lo posso spiegare senza farvi spoiler, però sappiate che molti personaggi si comportano in modo strano per questa festività).

Non solo molto spesso un gesto che non solo è violento, ma come succede in molti casi di violenza sessuale, è volto al fare sentire il carnefice in controllo e al potere, è stato spesso romanticizzato, ma la mattina dopo quella tonta di Feyre (no victim-blaming, ma quella ragazza ha bisogno di svegliarsi) viene anche "slut-shamed", in quanto incolpata delle azioni di Tamlin, che ovviamente non è riuscito a controllarsi.

Cioè io sinceramente ho odiato con tutto il cuore Tamlin e Lucien in quella scena: avrei sinceramente fatto le valigie perché non ritengo per niente che questo sia un comportamento romantico: non si gettano sul ridere delle cose del genere!.

Inoltre siccome parlo sempre di ACOTAR (giuro che smetterò), un altro gesto che non ho sentito venire romanticizzato ma anche in questo caso è molto "dub-con" è quando Rhys "Sotto la Montagna" fa bere del vino a Feyre e poi la fa ballare per lui; naturalmente in tutto ciò Feyre è drogata e non può dare il consenso perciò neanche Rhys è esattamente l'essere più perfetto dell'universo.

Le ha naturalmente chiesto scusa e chiaramente lo ha fatto per il "bene" di Feyre, ma non voglio essere di parte né tanto meno dimostrare che una cosa è meglio dell'altra!

"Used in fanfiction to describe sexual situations of "dubious consent", where it's not exactly noncon (nonconsentual, e.g. rape), nor is it consentual"

Urban Dictionary.

2) STALKER:

Ve ne ho già parlato nella mia recensione di "Dillo alla Luna", che vi lascio qui sotto in caso vogliate leggerla, e probabilmente ricorrerà anche nella categoria che seguirà e si tratta di quando il corteggiamento diventa un vero e proprio atto di stalking!

Nel libro che vi ho menzionato sopra, il protagonista maschile arriva ad andare a chiedere il numero in segreteria (cosa che nella mia scuola non sarebbe mai successo, perché chiamavano la signora che gestiva la segreteria "bulldog" e non perché ci assomigliava fisicamente...).

Il corteggiamento può essere romantico, ma delle cose come "il piacere della caccia" e "lei ti dice di no, ma vuol dire sì" sono, non solo estremamente misogine, ma anche molte pericolose per quanto riguarda la "rape culture".

Tristemente noi ragazze siamo state educate a nascondere che un ragazzo ci piaccia (nello stile Jane Bennet, perché in certi termini, sì, siamo ancora all'epoca "regency"), ma credetemi abbiamo, anche le più timide come me, modo di farvelo capire, e se non percepite questi segni, vuol dire che lei non è interessata e allora c'è un'unica cosa che potete fare: rispettare la sua decisione.

Noi ci lamentiamo di venire "friendzonate" o respinte? No, mi sembra, perciò imparate a farlo anche voi per dimostare l'uguaglianza tra i sessi...

"There's a fine line between support and stalking and let's all stay on the right side of that." 

 Joss Whedon 

3) FRIEND-TO-LOVERS TROPE:

Questi è uno dei trope che io bandirei dai libri, fino a che la gente non impara ad utilizzarlo; è ovvio che io voglio che il mio "partner" sia anche il mio migliore amico, ma Dio mio, il modo in cui viene descritta questa relazione non è solo estremamente umiliante, ma ci fa sempre sembrare delle tiranne con un guinzagli in mano.

Abbiate un po' di dignità uomini e rendetevi conto che la questione non è così: se vogliamo più di un'amicizia ve lo faremmo capire e la "friendzone" non è altro che uno degli stratagemmi che dobbiamo usare per farvi capire che non siamo interessate, perché voi non accettate un semplice no.

Come sopra, per favore, accettate un "no".

Non c'è niente di male nel creare storie in cui avviene un'evoluzione, giustificata, da amici a amanti, ma vi prego non mostate personaggi femminili che sfruttano solo il proprio compagno e personaggi maschili la cui unica ragione per essere amici della protagonista femminile è quella di portarsela a letto, e nel bel mezzo ecco che arriva l'amore.

Non è romantico, è solo imbarazzante...

"I realized I'm in love. It's always been right in front of me." 

Richelle Mead, The Indigo Spell 

4) I MUST REDEEM HIM:

Io sono la prima a dire che questo è il motivo per cui io mi metterei con un personaggio cattivo, ma dovete capire che non è una cosa sana!

(La Bardugo e la Grant di "Elemental Claim" hanno rappresentato questo contrasto benissimo nei loro libri, perciò recuperatele).

Sono una grande fan dei "bad boy" che cambiano per una protagonista femminile, ma penso che il cambiamento dovrebbe iniziare dal ragazzo e non dalla ragazza perché per prima cosa non si dovrebbero cambiare le persone per come sono, se lo si fa vuol dire che non si è capaci di amarle per tutto ciò che sono.

E secondo non è compito nostro; è ovvio che dobbiamo cercare di risvegliare l'intenzione di cambiare, ma altro... be' deve venire da loro.

Ciò può farvi capire chiaramente chi merita una seconda chance e chi no (e tra questi c'è Maven, cioè per me è no dall'inizio, proprio).

"God creates out of nothing. Wonderful you say. Yes, to be sure, but he does what is still more wonderful: he makes saints out of sinners." 

 Søren Kierkegaard, The Journals of Kierkegaard 

5) ICY DEAMENOUR:

Penso che quanto le ragazze sappiano comunicare perfettamente i propri sentimenti alla persona per cui provano attrazione, lo stesso succede per i ragazzi.

Perciò sinceramente sono stanca di ragazzi che maltrattano delle ragazze solo perché "gli piace e non vuole ammetterlo", questi giochetti non li fanno nemmeno i bambini, perciò crescete e cambiate strategia...

"It may not be fair that people make judgments so quickly, usually within a few seconds of observation, but it's unrealistic to expect that they won't. So, if you want to be judged in a certain manner, be sure that your look and demeanor give that impression." 

 Richelle E. Goodrich, Smile Anyway 


La classifica di oggi finisce qui!

Fatemi sapere che ne pensate (scusate se sembro aggressiva ma questi temi mi stanno molto a cuore!).

E voi, che cosa non trovate proprio romantico nei libri?

Ci vediamo la prossima settimana con una nuova rubrica!

Alla prossima!

Eroine Penzel.