5 Things I Find Romantic In Books:

23.05.2018

Salve a tutti!

Eccoci a un'altra entusiasmante rubrica scelta proprio da voi ( mi fa sempre piacere che non solo vi interessano così tanto, ma vi ritrovate anche così indecisi tra quale scegliere!).

Se non lo sapeste, dopo avere pubblicato due rubriche, vi lascio scegliere quale pubblicherò prima fra due sulle mie insta-stories (mi trovate come @eroine.penzel).

Comunque oggi parleremo delle cose che io trovo romantiche nei libri, per il semplice fatto che mi sono accorta che è un argomento che mi piacerebbe trattare in quanto più leggo certi romanci più mi accorgo che lentamente la nostra concezione di romanticismo evolve e cambia.

Io per prima non sono la tipa da romanticismo sfrenato, perciò mi spiace se questa classifica vi risulterà poco romantica alla fine e vi invito in caso abbiate obbiezioni o opinioni diverse a farmele sapere nei commenti, in un modo naturalmente pacato e gentile, soprattutto civile.

Spero di non offendere nessuno, e se questo fosse il caso fatemelo sapere!

Ma iniziamo!

1) I GESTI QUOTIDIANI:


Una cosa che penso si sia persa proprio per l'arrivo delle nuove tecnologie penso sia la semplicità e la capacità di apprezzarla; ci sono così tanti gesti che vengono dimenticati e penso che una ripresa di essi sia molto importanti, perché almeno l'introversa in me non riuscirebbe mai ad apprezzare una dichiarazione davanti a un milione di persone o qualcosa di estremamente stravagante.

La bellezza e l'importanza dei gesti quotidiani, per quanto piccoli, penso che non solo cementino una relazione, ma nei mondi fantastici rende può reali determinati quadretti, assieme a farci sentire più empatici verso i personaggi; un bacio sula fronte, una mano che viene stretta nei momenti di paura, un semplice abbraccio nei momenti di bisogno, sono un linguaggio molto più forte di molte parole.

"Note: The most relevant gestures we miss from our everyday interactions aren't the most grandiose. The subtle little here and there gestures are sometimes of profound depth than the grandiose we expect or see."  

 Ufuoma Apoki.

2) TI CONOSCO:

Un'altra cosa che si coordina perfettamente ai gesti quotidiani: è la conoscenza dei propri partner che secondo me dimostra le intenzioni chiari di un partner verso l'altro; naturalmente questo non crea degli atteggiamenti da stalker quanto più un attento dialogo tra i due personaggi, in modo da poter sempre sapere cosa magari può infastidire e rendere felice il proprio compagno\a.

Un'attenzione particolare riversata nel fare risaltare questa sintonia che deriva dalla conoscenza e la fiducia reciproca rende le coppie cento per cento migliori.

"Two things you should know about me; The first is that I am deeply suspicious of people in general. It is my nature to expect the worst of them. And the second is that I am unexpectedly good with computers." 

 Veronica Roth, "Divergent". 

3) INDIPENDENZA:


Una caratteristica che mi attrae nelle mie OTP e in generale nelle coppie dei libri è l'indipendenza che c'è tra i personaggi; se mi conoscete un po' sapete che ultimamente sono tutta per la KANEJ (Kaz+Inej) di "Six of Crows" e una cosa che apprezzo molto di Kaz, nel suo atteggiamento verso di lei, è la continua consapevolezza che Inej è un'essere indipendente da lui.

Personalmente sono una persona molto indipendente perciò non riesco a trovare romantiche quelle coppie che hanno un continuo bisogno di sentirsi vicine fisicamente, perché secondo me è corretto rispettare l'indipendenza dell'altro, soprattutto nel caso in cui la persona con cui si ha che fare è chiaramente una "badass" come Inej.

"I am no bird; and no net ensnares me: I am a free human being with an independent will." 

Charlotte Brontë, "Jane Eyre".

4) FIDUCIA NELL'ALTRO\A:


Questo punto è molto correllato a quello sopra perché credo che sinceramente non ci sia niente di più bello che partner che credono nella forza dell'altro ciecamente, non stupidamente certo, ma abbastanza da sapere le potenzialità dell'altra persona e incoraggiarla a dare il meglio.

Insomma ditemi se c'è qualcosa di meglio di vedere una persona che confida in voi, guardarvi in quel modo determinato e forte che vi fa subito assumere una fiducia in voi stessi che non credevate di avere.

"There is no greater power and support you can give someone than to look them in the eye, and with sincerity/conviction say, 'I believe in you." 

Ken Poirot, "Mentor Me: GA=T+E-A Formula to Fulfill Your Greatest Achievement".

5) SUPPORTO FINO ALL'ULTIMO:


Una cosa che infine può riassumere un po' i punti precedenti è il supporto reciproco che c'è in una coppia.

Sono scene in cui quasi mi commuovo quelle in cui una coppia cerca di rialzarsi lentamente, iniziando per prima cosa dal membro ferito (fisicamente o mentalmente), perciò vorrei vedere una maggiore attenzione nella scrittura di queste scene; perché è molto semplice concentrarsi solo su questo punto e dimenticare quelli precedenti.

Ma il motivo per cui il proprio compagno\a ci permetterà di rialzarsi deriva proprio dalla conoscenza di noi stessa e dalla sua fiducia nei nostri confronti, nella nostra possibilità di farcela; perciò si trovo romantico quando nel bel mezzo di una battaglia due personaggi si scontrano con lo sguardo per farsi le ultime raccomandazioni!

Più che negli stessi gesti, penso che io trovo del romanticismo nelle emozioni che determinate scene, che significano qualcosa di più di quanto sembrano, mi permettono di provare!

"Strong people don't put others down... They lift them up." 

 Michael P. Watson.

E voi, che cosa una cosa "libresca" che vi sembra estremamente romantica? (Con tanto di occhi a cuoricino).

Alla prossima!

Eroine Penzel.