#chocolatebooktag:

22.01.2018

Cari ragazzi, 

Sono più o meno ritornata: ho un altro esame in settimana ma posso dire di sentirmi molto più tranquilla (anche perché Grey's Anatomy in streaming mi sta aiutando a sopportare l'ansia e non so voi, ma è strano ritenere rassicurante il sentire dire ogni due per tre la parola "tumore").

Perciò sono anche riuscita a trovare, sulla mia tabella di marcia. tempo per scrivere e pubblicare qualcosa qui!

Un altro book-tag, come ogni lunedì, ma vi ricordo della mia nuova recensione (per l'anno nuovo) su "Wonder" di R. J. Palacio, di cui vi lascerò il link qui sotto!


Si tratta di un book-tag, particolarmente goloso in quanto ci saranno tantissime diverse varietà di cioccolato da associare ai miei libri, perciò dovrò trattenermi dallo sbavare sullo schermo... 

Nel frattempo però pensate a quale è la vostra varietà di cioccolato preferita e scrivetemela nei commenti!

Ma ora iniziamo! 

SNICKERS.

Una lettura lenta:

Ci sono tantissime letture che in qualche modo mi sono risultate lente, non necessariamente ciò è un problema ma per una persona che valuta fin troppo spesso la velocità sulla qualità, spesso preferisco un libro con una narrazione veloce, ma attenta.

Inoltre trovare un libro lento non è dovuto solo alla narrazione, ma anche dal momento in cui noi scegliamo di leggere questo determinato libro come mi è successo quest'anno con "Signore delle Ombre" di Cassandra Clare, non perché io abbia avuto particolari problemi con questo libro, ma iniziando dal fatto che è un tomo abbastanza spesso, e aggiungendo che ho spesso avuto problemi a coordinare questa lettura con l'inizio dei corsi universitari...

Perciò è stato difficile leggere tutto d'un fiato questo libro e sono riuscita a finirlo solo grazie a un bel week-end in cui ho potuto "rilassarmi", terminando questo straziante libro.

KIT-KAT.

Una lettura veloce:

Come ho già detto non sono rare le letture veloci, per la mia predilezione proprio per quest'ultime in quanto mi concedono di seguire un mio personale ritmo.

E una lettura che mi ha colpito per il suo ritmo veloce è stata quella di "Legend" che ho potuto leggere tranquillamente anche per il fatto che è stata una lettura estiva e perciò ho potuto leggerlo con calma e tempo libero a disposizione, per non parlare del fatto che ho letto questo libro in praticamente due giorni.

Nonostante non mi convincesse fino all'inizio della seconda parte, da lì non ho potuto fare a meno di rimanere incollata al libro e tutt'ora non vedo l'ora di leggere i seguiti!

TWINX.

Un libro che pensavi avresti amato e invece no:

Se non siete nuovi su questo blog, sapete che ad ogni mio book-tag vi ribadisco il mio "odio" per il libro "Il primo bacio a Parigi" di Stephanie Perkins, che per quanto debba ammettere che non mi ha impedito di leggere velocemente questo libro né di abbandonare la saga, iniziata da questo libro, ma che allo stesso tempo non è stato assolutamente ciò che mi era aspettata.

Moltissime persone i cui gusti assomigliavano ai miei, lo avevano adorato, e poi c'era una piccola recensione di Cassandra Clare dietro il libro e non ho potuto fare a meno di convincermi della sua bellezza, peccato che lo ho odiato...

MARS.

Un libro ambientato nello spazio:

Ok, so che ora sarete tutti tristi della mia risposta, ma non penso di averli sinceramente mai letti...

Non sono una persona particolarmente interessata allo spazio (nonostante adori le stelle e abbia avuto più e più volte occasione di osservarle nella loto eterna bellezza) perciò devo dire che molto spesso leggere di viaggi spaziali non mi ha mai fatto impazzire, ma se devo dire la verità sono curiosa di approfondire ciò.

Quindi se conoscete libri di questo genere, lasciatemi i loro titoli nei commenti!

M&M's.

Un libro che ti tira su di morale:

Ok era da un po' che non lo menzionavo, perciò sono autorizzata a parlarne: "Heir of Fire" di Sarah J. Maas, perché è uno di quei libri che più che tirarmi su di morale, mi "stabilizza", e migliora con una semplice lettura la mia giornata.

Piccola menzione speciale: tutti i libri della Ward, che mi fanno sentire leggera e felice a qualsiasi rilettura!

MILKY WAY.

Un libro con parole strane:

Praticamente tutti i libri high-fantasy inglesi e americani, perché per creare un mondo spesso c'è bisogno di usare parole completamente nuove per descrivere il mondo in questione, e ciò comporta molto spesso la creazione di parole completamente nuove e che in italiano hanno o traduzioni discutibili oppure non hanno proprio traduzione e tu sei tipo: "ma se devo spiegare che cosa è un "high lord", che cosa posso dire?".

REESE'S.

Un libro con un finale in sospeso:

Ce ne sono così tanti, perché non so voi ma io mi sono accorta che moltissimi autori YA hanno la passione per i finali a "cliffhanger", che ci distruggono emotivamente.

Ma per dirvene alcuni: "La battaglia dei Pugnali" e "Regina Rossa".... 


Il Tag finisce qui!

Il mio tipo di cioccolato preferito se vi interessa è quello fondente, quanto a voi?

Alla prossima!

Eroine Penzel.