Top 5 Characters On Which I Changed Opinion While Reading

08.11.2017

Oh mio Dio, ma vi piacciono veramente tanto le mie classifiche, non è vero?!

(No, Eroine non è così...).

Comunque ecco la classifica di questa settimana, in cui parlerò dei personaggi su cui ho cambiato opinione, in modo sia positivo che negativo.

Naturalmente non ha un ordine preciso o di preferenza solo quello che spunta nella mia pazza mente.

Spero che come tutte le classifiche che ho fatto prima, vi piaccia e vi consiglio di dare un'occhiata al mio instagram (@eroine.penzel, se non mi seguite siete delle persone terribili!).

Ma prima di lasciarvi con questi stupendi\maledetti personaggi, un paio di comunicazioni di servizio: domani troverete sul blog i preferiti del mese di giovedì, l'ultimo articolo, penso per la settimana, in quanto d'ora in poi se non per occasioni straordinarie penso che pubblicherò dal lunedì al giovedì, in quanto sto cercando di mettermi un po' in pari con lo studio...

Però il sabato è possibile che io recuperi qualche Book-Tag su instagram (altro buon motivo per seguirmi) e sempre su instagram potrete vedere i miei aggiornamenti della #novemberunicornbookchallenge di @selly_leggereromanticamente.

Inoltre su Facebook, cerco sempre di pubblicare le mie novità sul blog, perciò se volete rimanere aggiornati, seguitemi anche lì (Eroine, passione lettrice).

Terminate le comunicazioni di servizio, iniziamo con la classifica!

(Ah, ci saranno spoiler, perciò se non avete letto il libro e non volete spoiler, saltate il personaggio!).

LUCIEN VANSERRA

(Questa classifica sarà piena di "unpopular opinion", perciò scusate in anticipo).

Nonostante ora sia uno dei caratteri a cui tengo di più e che spero di vedere felice (con Elain, con Vassa, con Azriel, con me...), inizialmente in ACOTAR non lo tolleravo.

E devo ammettere che era una mossa parecchio stupida da parte mia, visto che il motivo di tale rancore era dovuto al fatto che avevo dei pregiudizi dovuti a (lo avete capito da subito...) degli spoiler, e perciò, se non riuscivo a odiare Tamlin, dovevo trovare una valvola di sfogo e quest'ltima era il povero Lucien...

C'erano innumerevoli motivi per cui non lo tolleravo in ACOTAR: ha cercato di uccidere Feyre, le ha riso in faccia la mattina dopo Calanmai, dopo che lei era stata praticamente aggredita da Tamlin (io odio quella scena in cui ridono di lei, perché non ha rispettato i loro comandi riguardo a non uscire durante Calanmai; cioè siamo in uno YA, se la protagonista ti ascolta è perché o è tonta o perché non è la protagonista).

Inoltre si è messo anche a rimproverarla per avere fatto un patto con Rhysand: cioè, bello mio, qui tu non arrivavi, stavo morendo di infezione (Rhysand è pure bono...)...!

In ACOMAF la situazione non è migliorata; lui continuava a non aiutare Feyre e lo capisco, essere leale fino all'ultimo al tuo amico, ma non vedere e ignorare l'attacco di panico di Feyre... C'è un limite anche alla cieca obbedienza e comprende il non andare a riprendersi la poveretta quando ha finalmente raggiunto un attimo di pace...

Diciamo che la sua redenzione è iniziata quando ha urlato "MATE" a Elide e Nesta gliela ha praticamente strappata dalle mani con io che ero tipo: "Vai Nesta! Sono con te!".

Poi è arrivato ACOWAR e lentamente ho iniziato ad apprezzare sempre di più il suo carattere, soprattutto perché Sarah ha scelto di dargli decisamente il taglio della vittima, ma non del tipo che si basa sull'autocommiserazione e l'elemosina di pietà, ma sulla forza di reagire e di riconoscere i propri errori.

In ACOWAR sono successi fatti che hanno messo alla luce certi aspetti del carattere di Lucien, che sono andati oltre il sarcasmo e la cieca obbedienza e lo ho veramente apprezzato in quest libro, ritrovando in lui carattere dolce e che ora è uno dei miei preferiti.

(Poi la sappiamo tutti quella cosa sui maschi della Corte dell'Autunno...)

(Lo sapevate che la vera "mate" di Lucien in una bozza iniziale di Sarah doveva essere Nesta?!).

"I hadn't realized I was a villain in your narrative"

ASSAIL 

Cioè adesso io qui ho messo questo personaggio ma potrei citare un qualunque "fratello" della saga della Ward, che praticamente prima ti fa vedere un maschio duro e terribile e alle fine del libro hai un cucciolotto che però ringhia se gli tocchi la sua femmina...

Però ho scelto questo specifico carattere perché, proprio come Lucien, io all'inizio non lo tolleravo minimamente: ci ha provato con Xhex, quando stava con John Matthew, cosa per cui a mi parere si meritava un pugno da John, era un tossicodipendente-spacciatore (e levate che quello è il ruolo di Rehvenge!), collaborava con i lesser, era una specie di stalker...

E potrei andare avanti, ma nell'ultimo libro "La Bestia", abbiamo un suo cambiamento radicale, dovuto in parte a Marisol, in parte a ciò che succede nel libro, che perciò non voglio spoilerarvi; fatto sta che alla fine del libro si decide finalmente a smettersela di drogarsi, scegliendo di occuparsi di un programma di disintossicazione, abbandona per sempre i lesser e decide di accogliere in casa sua un giovane vampiro che ha un trascorso veramente tragico.

Praticamente la Ward è riuscita a capovolgere in un libro la mia intera concezione di quest'uomo distruggendo il mio cuore e riempendolo poi di ammirazione, e spero veramente che anche Assail riesca a raggiungere il suo "happy ending" al termine della saga.

Menzione speciale anche per Xcor, che merita un bacetto (possibilmente da una certa Eletta)...

Salvare la foto con il nome "Chaol", invece di Assail, si sto benissimo....

"She was not yours to take. Do you hear me? Not yours. Mine!"

SIMON LEWIS

Ok, seconda "unpopular opinion" della giornata: come Chaol, Simon è uno di quei caratteri che mi assomiglia abbastanza da irritarmi; cioè, io non so voi, ma penso che sarei abbastanza irritante come un personaggio di un libro, sarei la tipa che ogni cinque minuti o si lamenta o urla "Non fare qualcosa che ti potrebbe fare uccidere!" (Naturalmente se sopravvivessi ai primi cinque minuti di un libro fantasy) (Ed è per questo che spero di finire, se mai accadrà una cosa del genere a Velaris, alla fine di ACOWAR...).

Simon era l'eterno secondo, che per di più si metteva in mezzo alla mia OTP, la Clace, e soprattutto aveva anche l'ardore di farlo con una prerogativa tutta maschile su Clary, verso cui secondo me aveva un atteggiamento un po' inquietante.

Anche quando ha lasciato perdere Clary io non riuscivo comunque a tollerarlo, prima per il "triangolo amoroso" in cui ha obbligato Maia e Izzy, poi per il semplice fatto che "perché tutti i personaggi maschili degli YA hanno questa mania di sacrificarsi per il bene maggiore?" (un libro scritto da Feyre Archeron).

Lo ho apprezzato molto di più con il suo spin-off, "L'Accademia degli Shadowhunters", lì non solo ha dimostrato di avere veramente ciò che serve per diventare leader, ma rappresentava una voce decisamente umana, all'interno del mondo degli Shadowhunters, la voce che tutti avremmo in un luogo del genere, ma l'opinione che non tutti riusciremmo ad esprimere.

Non dico di averlo adorato, ma di certo lo ho apprezzato molto di più sia per ciò che ha rappresentato in quel libro, sia perché secondo me si è redento tantissimo dalle scelte che la Clare gli ha fatto fare in "Città del Fuoco Celeste" e poi la Sizzy...!

"E' che è... sbagliato. Qualcuno potebbe farsi male"

LILA BARD

Terza "unpopular opinion"...

Come ho già detto vi recensirò la prossima settimana "Magic", perciò questa è una piccola anticipazione.

Inizialmente non dico che odiavo Lila Bard, siccome insomma rispetta il mio tipico personaggio preferito: forte, determinata, decisiva e combattiva, ma soprattutto spietata e disposta a tutto pur di portare a termine i suoi affari e realizzare il suo sogno.

Ma ci sono state delle sue affermazioni che mi hanno fatto sentire un po' contrariata nei suoi confronti, anche perché inizialmente sono rimasta profondamente scossa dalla sua freddezza, che stupidamente molto spesso sono più abituata a vedere nei personaggi maschili e perciò mi ci è voluto un attimo per abituarmi.

Non ho esattamente apprezzato il momento in cui parla della debolezza delle donne che fanno le civette con gli uomini, perché è vero, anch'io non tollero le "gattemorte", ma c'è una discreta potenza anche nella gentilezza e nella seduzione...

Perciò inizialmente ero molto confusa nei suoi confronti: è psicopatica o forte?

Alla fine del libro sono arrivata a considerarla un'altra dei miei personaggi preferiti, sia per la sua determinazione straordinaria, sia per il fatto che c'è e ci sarà sempre per Kell, rivelando un lato umano, perfettamente mescolato a quello cinico che adoro, perciò come non apprezzarla e sperar di vedere più di lei nei prossimi libri?

"I am not going to die (...) Not till I have seen it (...) Everything"

NICK

Avete presente la mia leggera ossessione per "Fangirl"?

Be' non deriva tutta dal fatto che devo tantissimo a quel libro, ma anche per dalla straordinaria novità che la Rowell ha portato con sé, iniziando dal personaggio di Nick,

Ho amato odiarlo, nonostante all'inizio fossi convinta che Caith si sarebbe messa con lui, sarebbero stati due coniugi scrittori e tutto sarebbe finito come in tantissimi libri rosa.

Ah, quanto mi sbagliavo... più o meno quanto mi sbagliavo a pensare che avrei avuto una sanità dopo avere letto "Empire of Storms".

Comunque non solo Nick non è il ragazzo dei sogni di Caith, ma le rompe il cuore anche in una maniera particolare: rubandole la sua opera.

Rubarle la sua opera significa però non solo un cuore spezzato per Caith, ma anche una totale rivalutazione negativa di se stessa e quante volte è successo a tutti che qualcuno ci avesse fatto sentire così?

A me tantissime volte e perciò penso che sia estremamente reale e innovativo questo approccio della Rowell, che in questo libro ci manipola portandoci prima ad amare Nick e poi a volerlo calpestare peggio di uno scarafaggio (che è praticamente l'animale che più gli somiglia).

"Happily ever after, or even just together ever after, is not cheesy," Wren said. "It's the noblest, like, the most courageous thing two people can shoot for."  

Menzione speciale per Chaol, che dopo "Tower of Dawn" merita tantissimi abbracci, ma di questo ho parlato fino all'esaurimento nella mia recensione del libro di cui vi lascio il link qui sotto!

La classifica finisce qui! Spero vi sia piaciuta e vi consiglio di controllare instagram, dove potrete votare la prossima classifica!

Quale è un personaggio su cui, voi, avete cambiato opinione durante la lettura?

Alla prossima!

Eroine Penzel.