Top 10 Best Books of 2017

27.12.2017

Salve persone!

Sono ritornata (con qualche chilo in più) dalle mie vacanze!

Purtroppo negli ultimi giorni non sono riuscita a pubblicare molto e credo che non riuscirà a pubblicare molto, sia perché tra una settimana non penso di riuscire a pubblicare niente sul blog, sia perché sono in super-ansia per i miei primi due esami universitari...

Scusate l'assenza! Mi farò perdonare!

Nel frattempo spero che questo articolo vi "sfami" abbastanza per un po' di tempo.

Ho deciso di pubblicarvi la categoria vincente del precedente sondaggio che ha vinto su instagram e di illustrarvi perciò i "miei" libri preferiti di quest'anno!

Come al solito non hanno un ordine particolare e ho dovuto fare una contenuta cernita dei miei libri preferiti limitandomi a scriverne uno per ogni scrittrice\scrittore di cui ho letto qualcosa in questo anno!

Naturalmente sono le mie semplici opinioni che meritano lo stesso rispetto che mostrerò per le vostre (che vi consiglio di lasciare qui sotto, così potrò sapere se abbiamo alcuni libri su cui sclerare insieme).

Senza dilungarci ulteriormente in chiacchiere ecco i miei dieci migliori libri di questo anno:

"QUESTO CANTO SELVAGGIO" di Victoria Schwab

Già dopo avere finito questo libro sapevo che sarebbe stato senza dubbio uno dei miei libir preferiti del 2017, nonostante fossi alquanto scettica nell'approcciarmi a questa autrice che sentivo osannare a destra e a sinistra.

Non era la sua fama a rendermi restia all'affrontare e leggere le sue creazioni, quanto più lo stile "dark" che avevo sentito più volte attribuirle e da quella fifona che sono, non ho potuto fare a meno di pensare che non era l'autrice per me...

Probabilmente è stato lo sbaglio più grande di quest'anno, (dopo avere letto al mare "Empire of Storms") perché quando mi sono finalmente decisa a leggere il libro non ho potuto fare a meno di innamorarmi dello stile, decisamente oscuro, ma anche estremamente filosofico della Schwab.

Poi come non amare i suoi protagonisti caratterizzati con una precisione così particolare, che veramente non può non immedesimarti in almeno uno di loro.

Ho scelto questo libro al posto di "Magic", sia perché lo ho letto prima e perciò ho voluto riportarvi il mio primo approccio con la Schwab, ma anche perché secondo me "Questo Canto Selvaggio" ha una base e una struttura molto più matura e particolare di "Magic".

Qui sotto vi lascio la mia recensione in caso voglia approfondire la conoscenza di questo libro (o vogliate qualcun altro con cui sclerare!).

"Don't trust a song that's flawless"

"FANGIRL" di Rainbow Rowell

So benissimo che ho dato punteggi più alti a altri libri della Rowell, che assieme alla Maas e alla Schwab è stata una delle grandi scoperte di questo anno e rimane tutt'ora una delle mie scrittrice preferite, ma ho scelto di inserire anche questo libro per l'importanza che ha avuto nella mia.

Non solo grazie a questo libro ho dato una chance ai "contemporary" e "romance" (anche nell'acquisto di questo libro ero terribilmente scettica, soprattutto perché una parte di me, stupida, credeva che fosse un libro non "adatto alla mia età"), ma ho anche capito tantissime cose di me stessa, iniziando dalla volontà di aprire un blog.

(Perciò se odiate il mio blog, sappiate che è colpa della Rowell...).

Inoltre la Rowell ha fatto, in questo libro, un dipinto così realistico della nostra generazione di fangirl, che non posso che dirvi che ci sarà un'immediata immedesimazione tra voi e la nostra cara protagonista!

Perciò questo libro ammetto che ha alcuni difetti, ma ha un'importanza personale che non posso veramente ignorare!

Trovate (come per tutti gli altri libri che vi presenterò) la recensione qui sotto!

"I am the kind of girl who fantasizes about being trapped in a library overnight"

HEIR OF FIRE di Sarah J. Maas

Ok, qui devo iniziare con le menzioni speciali, perché non c'è un solo libro della Maas che non vi menzionerei in questa classifica, ma poi qualcuno potrebbe lamentarsi, perciò prima di iniziare a spiegarvi il motivo per cui ho amato e scelto questo libro, voglio solo che sappiate che c'è un posto speciale nel mio cuore per ACOMAF, "Tower of Dawn" e ACOWAR, e tutti gli altri, e sento già che stanno arrivando le lacrime.

Ho scelto questo libro per tantissimi e diversissimi motivi, inziando dal fatto che come "Fangirl" c'è una storia persona dietro che è quella che questo libro (e più in generale l'intera saga della Maas) mi ha aiutato veramente tanto con la mia stessa ansia e sono particolarmente affezionata a uesto libro sia perché è l'unico che ho in copertina rigida, sia perché sono innamorata di tutte le scene Rowaelin in quel libro.

So che molti ritengono Rowan un allenatore violento e iracondo in quel libro, ma io trovo che in quel momento era solo un uomo distrutto che, mentre ricerca la sua integrità, si ritrova sulla strada una ragazzina con le sue stesse fratture; e mentre molti si aspettano che i due si aiutino a rincollarsi a vicenda, questi due iniziano a litigare, in una scena che passa dal divertente al tragico in pochi minuti.

Poi la crescita e la demolizione di Celaena e Aelin in questo libro mi hanno lasciato senza fiato veramente perché in qualunque altro autore, in qualunque altro libro e con qualunque altro stile, avrei trovato ridondante questo approccio e questa lunghissima descrizione di una rinascita, che però alla fine del libro mi è risultata così reale.

Poi io ho adorato Dorian in quel libro, sia per ciò che dice a Chaol, sia perché io lo shippavo disperatamente con Sorscha.

Ah poi be' in quel libro incontriamo la mia migliore amica (mi piacerebbe...) Manon Becconero, che devo ammettere di averla apprezzata moltissimo in questo libro rispetto agli altri in cui è presente, perché sembrava veramente "badass", spietata, mentre negli altri non so, perché, ma non mi ha convinto più di tanto...

E poi vabbè c'era Aedion, e alzi la mano chi ci ha fatto un pensierino insieme a me...

Perciò io vi straconsiglio l'intera saga di "Trono di Ghiaccio", soprattutto per godervi almeno questo stupendo libro!

"I see her slipping away, bit by bit, because you shove her down when she so desperately needs someone to help her back up"

LE CRONACHE DELL'ACCADEMIA SHADOWHUNTER di Cassandra Clare, Sarah Rees Brennan, Maureen Johnson, Robin Wasserman

Anche in questo caso c'è una menzione particolare per "Signore delle Ombre" di Cassandra Clare, perché come tutti i libri della Clare è stato fantastico, ma non mi ha stupito quanto questo libro.

"Le Cronache" non mi avevano preso subito e devo ammettere di averlo iniziato in un periodo sbagliato, solo per recuperarlo poco prima del mio esame orale e devo ammettere che mi ha aiutato tantissimo con lo stress.

Secondo me la miscela di autori presenti in questo libro, ha formato una combinazione vincente, che non presenta un distacco evidente quando si cambia novella, ma più che altro ua specie di sintonia di base che permette al libro di mantenere uno stile pacato e tranquillo, che ho apprezzato tantissimo.

Con questo non dico che non ci sono state emozioni (e dolori) uniche, anzi questo libro mi ha aiutato tantissimo a rivalutare Simon Lewis (e anche a farmi creare nuove ship perché chi aveva detto che Marisol e Jon dovevano stare insieme?!).

Perciò promuovo a pieni voto questo libro!

"Have you never seen a movie? Read a comic book? That's always how it starts - just a little temptation, just a little taste of evil, and then BAM, your light saber turns red and you're breathing through a big black mask and slicing off your son's hand just to be mean."
They looked at him blankly."

IL BACIO PIU' BREVE DELLA STORIA di Mathias Malzieu

Questo è uno dei tanti libri che devo ancora recensire, ma che devo assolutamente mettervi al corrente che ho amato oltre ogni limite, perché mio Dio, io adoro il genio che è Malzieu, con le sue pazze pazze idee e uno stile straordinario.

Anche questo è stato un superamento di un mio limite mentale sia per quanto riguarda la letteratura francese che per il genere "romance" che però penso stia davvero stretto a questo libro.

Alla fine la mia curiosità per la scrittura di Malzieu (di cui avevo tantissimo sentito parlare per "La meccanica del cuore" e che ora ammiro tantissimo sia come scrittore come come cantante!), e ho fatto benissimo perché tutte le descrizioni di quest'uomo sono così fantastiche e fantasiose, ma eternamente utili e chiare nello spiegarti quanto terribile possa essere un cuore spezzato, quanto paurosa possa essere provare a ricominciare e lasciarsi vedere dalle altre persone come si è veramente e quanto stupendo sia l'amore.

Me ne sono innamorata alla fine!

"Credo che sia stata la cosa che più mi ha segnata: riapparire dopo avere lottato con tenacia e provare la sensazione di non essere mai esistita"

LA DIREZIONE DI UN BATTITO di Layla Tales

Ok, momento tenerezza: ho adorato questo libro con 'intensità straordinaria, nonostante debba ammettere che non manchino i cliché e la caratterizzazione non sia esattamente perfetta, ma è quel libro dolce e semplice, di cui hai bisogno in quei momenti veramente no della tua vita, sia per il messaggio che nasconde al suo interno sia per lo stupendo stile dolce dolce della scrittrice.

Poi io adoro i personaggi e la trama e a me sembra molto quel libro che leggi quando vuoi assolutamente un "guilty pleasure" dopo un libro particolarmente pesante e che può essere decisamente consolatorio quanto una chiamata con la propria migliore amica!

Ve lo consiglio tantissimo soprattutto se avete bisogno di un po' di romanticismo vecchio stile!

"Ti piace darmi dei soprannomi vero? Se qualcun altro lo avesse fatto mi sarei infuriata. Ma tu mi fai sentire preziosa, ed è per questo che verrei con te se mi portassi via. Voglio qualunque cosa sarai disposto a dividere con me"

"LUNATICA: STORIA DI UNA MENTE BIPOLARE" di Alessandra Arachi

Un libro "serio" che mi ha emozionato tantissimo, sia perché questo libro è diviso in due parti di cui un'autobiografica che mi ha fatto piangere tantissimo, e per quanto sembrasse estremamente romanzato in certi punti penso che sia il libro perfetto per approcciarsi in modo (seppure non eccessivamente scientifico) al mondo del disturbo bipolare, sia per curiosità che per aiutare e cercare di capire di più chi ci circonda.

La parte finale, prettamente psicologica è fantastica e molto interessante e secondo me perfettamente equilibrata con la parte autobiografica!

Correte a leggerlo!

"Non volevo morire. Ma non sapevo più come si faceva a vivere"

FAIRFAX & COLDWIN di Alessio Filisdeo

Io pensavo che dopo la BDB avessimo finito con la caratterizzazione superba dei vampiri, ma mi sbagliavo tantissimo perché nonostante i "pupilli" della Ward siano estremamente sexy e attraenti, non posso negare l'eccellente caratterizzazione che Alessio Filisdeo ha dato ai suoi personaggi, creando non solo una relazione tra quei due particolare, ma anche un'atmosfera vittorian perfetta.

Il tutto cosparso di sapienti citazioni che secondo esaltano solo lo stile.

Sono curiosa di scoprire le nuove avventure dei miei amati signori Fairfax & Coldwin!

"Era come se al mondo ogni cosa potesse cambiare, ogni cosa e persona, ma non quell'odio"

"LA BATTAGLIA DEI PUGNALI" di Marie Lu

Se seguite da un po' questo blog, sapete che ho già fatto una recensione (da poco) su questo stupendo libro di Marie Lu, quello più affine al mio carattere, per quanto abbia estremamente apprezzato "Legend".

Ma "La battaglia dei pugnali" non mi ha solo fatto rivalutare profondamente Marie Lu, ma mi ha anche ispirato a creare una specie di look ispirato\cosplay sulla base dei personaggi stupendi che vediamo all'interno del libro.

Non è la caratterizzazione dei personaggi in particolare ad avermi colpito, per quanto (come ben sapete) io adoro Adelina, ma delle modificazione che la febbre ha operato su ognuno di loro perché mi hanno profondamente ispirato.

Inoltre penso che la trama sia straordinaria, assieme a uno stile che non so perché ma mi ha ricordato tantissimo quello di Licia Trosi, cosa che ho apprezzato tantissimo.

Perciò ecco un fantasy che non potete perdervi!

"Pain enhances beauty"

"PHOENIX DESCENDING" di Dorothy Dreyer

Ho avuto una grandissima possibilità nel recensire questo libro, che ho potuto leggere in anteprima grazie proprio ad una specie di richiesta che ho compiuto e per cui sono stata scelta proprio dall'autrice e devo ammettere che la cosa mi ha fatto tantissimo piacere perché grazie tante Dorothy!

Io sono rimasta innamorata di questo libro con una trama estremamente semplice ma con i suoi punti positivi e innovativi e una protagonista decisamente adorabile, ma non da sottovalutare.

Attendo impazientemente il seguito!

"You are worth every risk"

Qui finisce la mia classifica; lasciatemi qui sotto la vostra opinione sul vostro libro preferito del 2017 e io ritorno al mio cumulo di libri, ma prometto di farmi sentire!

Alla prossima!

Eroine Penzel.